top of page

La tendinopatia achillea, cos'è e come curarla

Aggiornamento: 15 mag 2023


La tendinopatia achillea è una patologia che colpisce il tendine d'Achille, la grossa corda fibrosa che unisce i muscoli del polpaccio al calcagno.

Questa tendinite è molto comune tra gli sportivi, in particolare tra i corridori, che sottopongono il tendine a ripetuti stress durante l'attività fisica. È comune anche nelle persone di mezza età che praticano sport saltuariamente, sottoponendo il tendine d'Achille a tensioni per le quali non è sufficientemente allenato.

Come riconoscere una tendinopatia achillea

La tendinopatia achillea può manifestarsi in due forme: la tendinite (infiammazione del tendine) e la tendinosi cronica (deterioramento graduale del tendine senza infiammazione).

I sintomi della tendinite achillea possono variare, ma i più comuni sono:

  • il dolore nella parte posteriore della gamba, sopra il tallone che insorge tipicamente dopo l'attività fisica, la corsa o le scale.

  • la rigidità nella zona del tallone e del polpaccio, soprattutto al mattino, che migliora con il movimento.

  • gonfiore e rossore della zona interessata dalla tendinite.

Per diagnosticare la tendinite achillea, può essere necessario sottoporsi a un'ecografia o una risonanza magnetica per confermare l'ipotesi diagnostica e studiare le caratteristiche della tendinopatia.



Come si cura la tendinopatia achillea?

Per quanto riguarda il trattamento, l'approccio dipende dal grado di gravità della patologia. Inizialmente, si consiglia di adottare il R.I.C.E. (riposo, ghiaccio, compressione e elevazione) per ridurre il dolore e l'infiammazione.

Successivamente, il fisioterapista può prescrivere esercizi di stretching e rafforzamento muscolare per migliorare la flessibilità e la forza del tendine.

In casi più gravi, può essere necessario l'utilizzo di tutori o l'infiltrazione di farmaci per ridurre il dolore e l'infiammazione. In rari casi, quando la tendinopatia è molto avanzata, può essere necessario ricorrere alla chirurgia.


Credo di essere un soggetto a rischio, come posso evitarla?

È importante sottolineare che la prevenzione è la migliore strategia per evitare la tendinopatia achillea.

Una seduta con i nostri fisioterapisti può essere utile per valutare e ridurre i fattori di rischio e apprendere esercizi utili di stretching e rafforzamento muscolare per mantenere il tendine d'Achille in salute.

Utilizzare calzature adeguate e aumentare gradualmente l'intensità dell'attività fisica sono ulteriori buone pratiche da adottare per evitare che insorga la tendinite achillea.



In conclusione, la tendinopatia achillea è una patologia comune tra gli sportivi, ma può colpire anche le persone sedentarie. Con una diagnosi precoce e un trattamento adeguato, la maggior parte delle persone può recuperare completamente senza dover ricorrere alla chirurgia. Tuttavia, è sempre importante consultare un medico e un fisioterapista per ricevere un'adeguata valutazione e un trattamento personalizzato.

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page