top of page

Qual è il miglior trattamento per la fascite plantare? Ecco 6 consigli


Cos'è la fascite plantare

La fascite plantare è un disturbo della fascia plantare - lo spesso tessuto connettivo che si trova lungo la pianta del piede - e si manifesta spesso come dolore al tallone, che di solito è peggiore con i primi passi fuori dal letto al mattino.

Il dolore è solitamente alleviato con il riscaldamento e l'esercizio, quindi spesso scompare durante la giornata per poi ripresentarsi “a freddo”.

La fascite plantare è un disturbo comune nei corridori, nelle persone che hanno i piedi piatti, gli archi plantari alti, che sono in sovrappeso o che stanno molto in piedi.


Cosa puoi fare per la tua fascite plantare

La fascite plantare richiede raramente un intervento chirurgico.

La maggior parte delle volte si ha un miglioramento della sintomatologia in 3-12 mesi, ma è fondamentale seguire un piano di cura e trattamento coerente, che aiuti la fascia plantare a stare meglio. Se vuoi saperne di più, prenota un appuntamento.


1. Prenditi del tempo per riposare

La guarigione della fascite plantare inizia con il riposo del piede o dei piedi coinvolti.

Questo significa che devi stare seduto per qualche mese? Assolutamente no. Il movimento va bene, ma dovrai evitare o modificare le attività che fanno male alla fascia plantare o esercitano una pressione extra sui tuoi piedi.

- evita di utilizzare calzature usurate.

- evita le scarpe con la suola troppo sottile o molto rigida.

- evita di correre o camminare su superfici dure.


2. utilizza il ghiaccio

Se la fascite plantare è grave, il dolore può essere acuto al punto da non riuscire ad appoggiare il piede. In queste circostanze, è importante ridurre l'infiammazione.

Il ghiaccio può ridurre il dolore correlato all'infiammazione.

Puoi applicare un sacchetto di ghiaccio avvolto in un asciugamano sulla parte inferiore dell'arco plantare e del tallone, oppure puoi immergere i piedi in un bagno di ghiaccio, tenendo fuori le dita.

Ricorda di non superare i 10-15 minuti per applicazione e di ripetere il trattamento per 3 - 5 vote al giorno se necessario.


3. Dai ai tuoi piedi un supporto extra

Se le tue scarpe non forniscono abbastanza supporto nei punti giusti, una buona soluzione sono le solette per fascite plantare, progettate in modo da dare supporto all'arco plantare.

Puoi trovarle nei negozi di ortopedia, in farmacia ed anche online.


4. effettua dei massaggi con Arnica

L'Arnica Montana è una pianta diffusa nelle nostre montagne, con cui si

preparano degli ottimi prodotti fitoterapici che aiutano a ridurre i dolori articolari e muscolari.

Puoi utilizzare un gel o una crema all'arnica per effettuare dei massaggi alla pianta del piede, in modo da ridurre il dolore alla fascia plantare.

Ricorda di controllare prima dell'acquisto la percentuale di principio attivo presente nel prodotto: formulazioni che contengono meno del 30% di Arnica non sono molto efficaci per ridurre i sintomi della fascite plantare.



5. Inizia a fare allungamenti ed esercizi per la fascite plantare

Gli allungamenti della fascia plantare sono uno dei migliori esercizi che puoi fare per gestire il dolore, soprattutto al mattino e dopo le attività.

Per ottenere il massimo beneficio, puoi ripetere gli esercizi per la fascite plantare più volte al giorno.

Ecco alcuni esercizi da provare. Se non sei sicuro di eseguirli correttamente o se vuoi apprenderne altri o effettuare dei trattamenti che velocizzino la guarigione, contatta i nostri fisioterapisti.


Stretching con asciugamano

Questo esercizio allunga la fascia e il tendine di Achille e può prevenire il dolore mattutino ai piedi. Quindi ricordati di tenere un asciugamano vicino al letto.

Ecco come funziona:

  • Siediti con le gambe distese e le ginocchia dritte.

  • Metti un asciugamano intorno al piede, appena sotto le dita.

  • Tieni le due estremità dell' asciugamano, una per mano.

  • Tira l'asciugamano in modo che il piede si allunghi verso di te.

  • Mantieni la posizione per almeno 60-90 secondi.

  • Ripeti fino a cinque volte al giorno.

Rotolamento con bottiglia ghiacciata

Far rotolare una palla, una bottiglia d'acqua o un foam roller sotto l'arco del piede può alleviare il dolore da fascite plantare.

L'uso di una bottiglia d'acqua ghiacciata è un'opzione particolarmente valida perché fornisce la terapia del ghiaccio mentre massaggi il piede.

Ecco cosa fare:

  • Metti l'oggetto prescelto sul pavimento.

  • Posiziona il piede in modo che la curva della bottiglia, della pallina o del foam roller si trovi sulla pianta del piede, al centro, tra le dita e il tallone.

  • Fai rotolare l'oggetto sotto il piede esercitando un po' di pressione.

  • Continua l'esercizio per circa cinque minuti.

  • Ripeti fino a tre volte al giorno.


6. La fisioterapia ti aiuta

I fisioterapisti aiutano le persone a guarire e a rimettersi in movimento.

Possono insegnarti come allungare ed esercitare la fascia plantare nel modo giusto.

Contatta lo Studio Dinamo per prendere appuntamento con i nostri fisioterapisti.

Potranno effettuare dei trattamenti per la fascia plantare, utilizzando tecniche manuali, taping kinesiologico e strumenti appositi, che ti permetteranno di stare meglio più rapidamente.

Ti insegneranno inoltre il modo corretto per effettuare lo stretching e gli esercizi per la fascite plantare, in modo da proseguire il trattamento in autonomia, in modo più efficace.

Non soffri di fascite plantare, ma pensi di essere un soggetto a rischio? Una consulenza con i fisioterapisti dello Studio Dinamo ti potrà servire per avere i consigli necessari a preventire l'insorgenza di questo disturbo.

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page